cammino

non sono più la stessa, non più quella di due anni fa. non dico di essere guarita, dopotutto anche poco fa mi sono chiusa in bagno per liberarmi di quel peso opprimente, ma ormai non lo faccio quasi più. vedo le mie forme allargarsi e diventare più morbide, in casa non c’è più una bilancia, i miei vecchi vestiti mi … Continua a leggere

ricominciare

sembra essere passata una vita dall’ultima volta che ho scritto. sono successe così tante cose in questi mesi. mi sono innamorata davvero, già. questo ragazzo mi ha rubato il cuore, usciamo dal 20 gennaio, ci siamo messi insieme il 14 febbraio e più passa il tempo più sento la sua  mancanza se stiamo lontani. non vomito da due settimane, da … Continua a leggere

quel matto sono io

Ho sentito dire che c’è un matto in giro con le tasche piene di parole e sogni che nessuno ha realizzato e non sa coltivare se non dentro la sua testa vuota e dentro le speranze di chi non ha mai deciso niente sono ancora avvolti in cellophane e carta d’alluminio e pesano di tutti quei rimpianti che ogni uomo … Continua a leggere

caduta libera

seduta a quel tavolo da sola non faccio che rendermi conto del fatto che non voglio guarire. no, in questo momento voglio continuare a consumarmi, ritornare a perdere peso. fingere di guarire mi fa sentire sempre più finta, meno reale, solo un’attrice che recita la sua parte. sono così stanca che non riesco a fare regolare attività fisica, ho sempre … Continua a leggere

la fine

non c’è più. è morta. si è impiccata l’altro giorno. da quando l’ho saputo non faccio altro che piangere. abbiamo parlato tante volte, ci siamo conosciute per caso…..eppure adesso tutto questo è stato cancellato da un unico gesto. si è impiccata. è un angelo che si è arreso alla vita, un anno di depressione, orecchie che non ascoltano, occhi che … Continua a leggere

pensieri

non ha capito niente. il mio psicologo non ha capito niente. per lui il mio vomitare consiste nel fatto che mangio per far piacere a mia madre, per lui il cibo mi disgusta e vomito solo per liberarmi da quella roba, ma non è così. a me piace mangiare e poi poter vomitare, arrivo addirittura a progettare questi momenti di … Continua a leggere

cosa dire?

quanti sentimenti si possono nascondere dietro un paio d’occhi? mi guardo allo specchio, in ogni scatto alla ricerca di qualcosa, eppure io vedo solo il vuoto, se non respirassi sembrerei proprio una bambola. capelli lisci, neri, lunghi come a coprire quello che sono…eppure non lo saranno mai abbastanza. la sera dell’ultimo dell’anno arrivo a lavoro ed è una valanga di … Continua a leggere

cosa?

alla fine quel giorno è arrivato, il 20 dicembre. il primo incontro con lo psicologo. è stato tutto talmente veloce, balbettavo, ero in imbarazzo mentre lui mi scrutava e i miei occhi fuggivano. gliel’ho detto. “mangio per vomitare” lui è rimasto perplesso. ” di solito si segue una dieta restrittiva, succede di sfogare la voglia di cibo repressa e di … Continua a leggere

urlare

ho una terribile voglia di urlare fino a farmi male e rimanere senza voce. ho appena vomitato dopo essermi imbottita come un tacchino il giorno del ringraziamento. perchè? perchè volevo vomitare, mangio perchè voglio vomitare. andava tutto bene, non avevo attacchi di fame nervosa da molto, eppure sono andata dal medico per avere qualcosa che mi aiutasse a dormire la … Continua a leggere

assoluzione

ho ricominciato a vomitare, il cellulare che continua a squillare, quelle persone che continuano a cercarmi, a cercare il mio corpo, lasciatemi svanire. ho perso due chili e mezzo. mio padre voleva andare via di casa, mia madre piangeva, mia nipote piangeva. io piangevo. ho incontrato il medico al supermercato mentre facevo la spesa con mio padre, sono rimasta terrorizzata, … Continua a leggere